Verbi come autoproclamarsi presentano un rafforzamento del concetto più che un pleonasmo interno. Dal punto di vista del punto di origine dell'azione proclamarsi = autoproclamarsi, ma il prefissoide (prefisso con un chiaro significato lessicale) auto- sottolinea che è il soggetto a prendere l'iniziativa di compiere l'azione. In autoproclamarsi, quindi, è più evidente l'autonomia del soggetto nel processo che porta a compiere l'azione, come se fosse 'proclamarsi per propria iniziativa'. Non si può dire che in proclamarsi questa autonomia sia esclusa, ma semplicemente non è segnalata.
Tutte le parti del discorso possono essere sostantivate (a prescindere dalla loro forma) mediante l'inserimento dell'articolo; i dizionari riportano soltanto i casi più comuni.
Fabio Ruggiano