La frase è costruita in modo da non permettere una risposta univoca. Sebbene del tipo rimandi a un solo tipo, il plurale indeterminato armi contrasta la restrizione apportata dal singolare tipo, perché può riferirsi sia al numero delle armi, che così sarebbe inteso come indeterminato, ma vincolato allo stesso tipo, sia al numero e insieme al tipo delle armi. Ovviamente, armi di tipo diverso di un solo tipo non è un'interpretazione logica, ma questo non obbliga ad assumere come unica interpretazione possibile la prima (un numero indeterminato di armi dello stesso tipo). Le armi, infatti, hanno tipi e sottotipi (ad esempio un tipo di arma come la pistola ha il sottotipo semiautomatico), quindi armi può ben riferirsi ai tipi (pistole, fucili, mitragliatrici...) e del tipo essere usato nel senso di 'del sottotipo' (semiautomatico, automatico, a pompa...). Il nome tipo, infatti, è generico e non obbliga a una interpretazione univoca, ma può anche indicare un sottotipo.
Se propendiamo per la prima interpretazione, il prefetto dovrà indicare un solo tipo di arma; potrà, inoltre, scegliere se limitarsi a indicare il tipo senza specificare il sottotipo, oppure indicare sia il tipo che il sottotipo. Se propendiamo per la seconda interpretazione, il prefetto potrà indicare più tipi di armi e dovrà specificare un sottotipo all'interno di ogni tipo. La formulazione, insomma, lascia aperte le seguenti possibilità: un solo tipo e un solo sottotipo di arma; un solo tipo ma qualsiasi sottotipo; diversi tipi, ma ciascuno di un preciso sottotipo. In ogni caso, il numero delle armi autorizzate sarà indeterminato.
Fabio Ruggiano