Ho sempre saputo che il condizionale passato non può essere usato per proiettare un'azione al passato del passato. Poniamo però che io debba esprimere una condizione non realizzata nel passato del passato. Ciò diventerebbe difficile senza usare il condizionale passato; es.:"Mario mi disse che, se IN PRECEDENZA lo avessi ingannato, si sarebbe adirato". Quell'IN PRECEDENZA non lascia dubbi sulla collocazione temporale del periodo ipotetico, ma l'espressione è sintatticamente corretta?