Riconosco di incontrare talvolta un qualche problema nel risalire alla cosa o alla persona cui si riferisce il ne. Un esempio è questo:
1a) "Bisogna che Giulia studi con Valentina, affinché ne acquisisca il metodo".
Ecco: chi deve acquisire il metodo di chi?
Supporrei che sia Giulia a dover imparare da Valentina. Nel caso la mia interpretazione sia giusta, se volessimo ribaltare i ruoli, dovremmo escogitare formule più precise (ma meno snelle) come
1b) "Bisogna che Giulia studi con Valentina, affinché questa acquisisca il metodo di quella" oppure basterebbe
1c) "Bisogna che Giulia studi con Valentina, affinché quest'ultima ne acquisisca il metodo"?
Mi chiedo inoltre se la grammatica ci dia regole ferree a tal proposito, oppure se ci si possa sempre affidare alla logica.
Porto un altro esempio che mi è capitato di formulare:
2a) "Bisogna associare l'autorimessa all'appartamento, affinché ne diventi pertinenza".
Seguendo la sola logica, la frase è di immediata comprensione: l'unico immobile destinato a diventare pertinenza può essere l'autorimessa. Ma prescindendo dalla logica, la frase è corretta sotto il profilo sintattico?
Se essa fosse stata costruita diversamente, invertendo le posizioni dei complementi, per ottenere lo stesso messaggio, avremmo potuto scrivere
2b) "Bisogna associare l'appartamento all'autorimessa, affinché quest'ultima diventi la sua pertinenza"?