Desidererei avere alcune delucidazioni in merito al verbo entrarci: perché non si può scrivere "se l'avessi fatto, NON SAREBBE C'ENTRATO PER NULLA"? Cioè: come mai nella coniugazione del verbo entrarci in tutti i tempi che non comportano l'ausiliare (essere, in quanto il verbo è intransitivo) la particella ci può essere anteposta con elisione al verbo entrare (c'entrare), mentre in quelli che necessitano dell'ausiliare la particella deve essere messa per intero prima dello stesso?