L'uso di parole deittiche (cioè 'che indicano') di vicinanza, questoquiora e simili, è consentito anche nel discorso indiretto al passato per rendere più vivido il racconto, proprio "avvicinando" la situazione. Questa scelta è alla base del cosiddetto discorso indiretto libero (rimando alla risposta n. 2800246 dell'archivio di DICO per un approfondimento su ora).
Nella frase 2 non si può evocare la sua giustificazione per la scelta di questa, visto che la volta coincide con quella mattina, quindi ci si aspetterebbe quella voltaQuesta rimane comunque una scelta possibile per la ragione illustrata sopra.
Fabio Ruggiano