Le proposizioni comparative (come di quello che credete / crediate) possono avere il congiuntivo, l'indicativo e anche il condizionale (di quello che credereste). La scelta tra l'indicativo e il congiuntivo, in queste proposizioni, dipende dal grado di formalità che si vuole attribuire alla frase: il congiuntivo è più formale, l'indicativo meno formale e più comune. Sull'alternanza diafasica (cioè relativa alla formalità) tra indicativo e congiuntivo può trovare decine di altre risposte nell'archivio di DICO usando le parole chiave congiuntivo o diafasia.
La scelta tra è e era nella seconda frase dipende dalla sussistenza della qualità del soggetto nell'oggi del narratore (a prescindere dalla sua coincidenza con l'oggi dell'autore). Se la qualità sussiste si userà il presente; se, invece, è legata al passato, si userà l'imperfetto.
Fabio Ruggiano