Nel suo brano ci sono due frasi, e in nessuna di esse ci sono sia l'imperfetto sia il passato remoto. La prima frase è tutta all'imperfetto, la seconda contiene un trapassato prossimo e un passato remoto.
In ogni caso, l'alternanza tra imperfetto e passato remoto, o anche passato prossimo, è una risorsa non soltanto lecita, ma addirittura fondante della narrazione. Tale alternanza può avvenire al livello del testo, come nel suo brano, che è corretto, o anche nella stessa frase: "Quando l'ho incontrata nevicava".
In un racconto si usa tipicamente l'imperfetto per descrivere lo scenario nel quale hanno luogo le azioni dei personaggi, descritte con i passati momentanei, remoto o prossimo.
Per quanto riguarda la sostituzione di lavorava con lavora, è possibile, se la suora lavora ancora nella struttura religiosa al momento dell'enunciazione.
Fabio Ruggiano