1) "Avevo intenzione di rivolgermi a un legale, sia che mio marito fosse favorevole sia che fosse contrario".
Le due proposizioni della frase dovrebbero essere contemporanee; ma se si volesse rendere la subordinata posteriore alla reggente, si potrebbe adottare il condizionale passato o sarebbe sbagliato (rendendo quindi necessario il ricorso al congiuntivo trapassato)?
"Avevo intenzione di rivolgermi a un legale, sia che mio marito sarebbe stato favorevole sia che sarebbe stato contrario".
Se modificassimo la struttura del periodo trasformando sia che in sia se avremmo 2) "Avevo intenzione di rivolgermi a un legale, sia se mio marito sarebbe stato favorevole sia se sarebbe stato contrario".
Se la subordinata diventasse una concessiva (introdotta da anche se), avremmo 3) "Avevo intenzione di rivolgermi a un legale, anche se mio marito sarebbe stato contrario".
Nelle due varianti modificate cambierebbe qualcosa a livello sintattico?