"Ho finito" è un passato prossimo, ovvero un verbo composto dall'ausiliare (avere) più un participio passato. Naturalmente, in altri contesti, finito, che di per sé è participio passato del verbo finire, può anche valere come aggettivo, per es.: "un lavoro finito", "essere un uomo finito" ecc.

Fabio Rossi