La frase può rimanere così com'è. In questa formulazione, la virgola non ha valore informativo, ma serve solamente a separare la subordinata anteposta alla reggente dalla reggente stessa. Per questo motivo, non è necessaria, sebbene sia attesa; sarebbe, inoltre, disorientante per il lettore lasciare un periodo così complesso senza punteggiatura.
Ci sono anche alcune alternative possibili: 
1. "Hanno chiesto un intervento tempestivo da parte delle famiglie, ed esplicitato che qualora si dovessero verificare altri episodi di 'sottrazione impropria', ricorreranno alle vie legali" (si noti che le virgolette all'interno di altre virgolette divengono singoli apici).
2. "Hanno chiesto un intervento tempestivo da parte delle famiglie ed esplicitato che, qualora si dovessero verificare altri episodi di 'sottrazione impropria', ricorreranno alle vie legali".
3. "Hanno chiesto un intervento tempestivo da parte delle famiglie, ed esplicitato che, qualora si dovessero verificare altri episodi di 'sottrazione impropria', ricorreranno alle vie legali".
Nella prima la virgola separa i due momenti della richiesta di intervento e dell'esplicitazione, sottolineando l'autonomia dei due eventi.
Nella seconda, la proposizione ipotetica è resa incidentale, quindi semanticamente secondaria, come a suggerire che l'eventualità sia ritenuta improbabile.
La terza unisce le prime due.
La virgola tra subordinata e reggente può essere eliminata solamente nella prima riscrittura; nelle altre due è necessaria per chiudere l'incidentale.
Fabio Ruggiano