L'espressione "apposta" è accettata anche nella versione "a posta"? Ho sempre usato la prima ma mi è capitato di leggere anche la seconda versione. In effetti "apposta" è omografo del part. pass. di apporre, nonostante il contesto faccia capire se si tratti dell'avverbio o del verbo. Insomma, la lingua italiana accetta entrambe le versioni? Grazie