Dal punto di vista grammaticale la frase è corretta. Il suo dubbio semantico è legittimo, ma lei stesso dà una spiegazione che supera il problema in modo convincente. L'ossimoro, la figura retorica da lei usata, serve proprio a superare l'evidenza dell'esperienza per far emergere sfumature nascoste negli eventi, nelle situazioni, nelle relazioni umane. Il suo gioiose sofferenze (cioè 'sofferenze finalizzate a un fine gioioso, che le rende accettabili') funziona al pari del comune silenzio assordante (ovvero 'silenzio su un tema delicato, che rivela l'impotenza, o la colpevolezza, di chi lo pratica'), o dell'altrettanto comune lucida follia (cioè 'comportamento anticonvenzionale derivato non da irrazionalità, ma da calcolo') ecc.
Fabio Ruggiano