Tutti gli esempi sono corretti, compreso l'ultimo periodo, nel quale il punto interrogativo giustamente non c'è. In generale, il punto interrogativo si mette alla fine delle proposizioni interrogative dirette (esempi 1-4), mentre si evita alla fine delle interrogative indirette (esempio 5). Quindi "Dova vai?", ma "Ti ho chiesto / Vorrei sapere dove vai". Se la proposizione interrogativa diretta, che è sempre una principale, è arricchita da coordinate e subordinate semanticamente necessarie alla domanda, il punto interrogativo può apparire senza problemi in coda a tutto il periodo che si viene a creare, come negli esempi 1-3.
Fabio Ruggiano