Tutti i connettivi temporali assumono una sfumatura ipotetica quando introducono un evento futuro, proprio perché il futuro comporta automaticamente un certo grado di incertezza. Questa sfumatura è accentuata, nella percezione dei parlanti, dal congiuntivo (sebbene in astratto il congiuntivo sia solamente più formale dell'indicativo; su questo punto può leggere una recente risposta nell'archivio di DICO: https://bit.ly/2GzdbEs). Quindi, "Una volta che abbiate / avrete / avete ricevuto..." sono tutte varianti possibili, tra cui la più formale è abbiate ricevuto (sul passato prossimo in costrutti ipotetici si può leggere questa altra risposta nell'archivio di DICO: https://bit.ly/2Zpye3T). Possibili anche "Una volta che riceveste..." (congiuntivo imperfetto) e persino "Una volta che aveste ricevuto..." (congiuntivo trapassato), che designano l'evento rispettivamente come possibile e improbabile (accentuano, quindi, la sfumatura ipotetica del connettivo).
Scorretta, invece, nel suo caso, *"Una volta che avreste ricevuto...". Il condizionale passato è possibile solamente se ci si trova in un contesto di futuro nel passato, come in questa frase: "Vi avevo chiesto di avvisarmi subito una volta che avreste ricevuto la comunicazione".
Fabio Ruggiano