​L'uso dell'indicativo imperfetto in luogo del congiuntivo trapassato ("Pensa se non nascevi" = "Pensa se tu non fossi nato") e del condizionale passato ("L'accordo era che tu venivi sabato e io ti sostituivo lunedì" = "L'accordo era che tu saresti venuto sabato e io ti avrei sostituito lunedì") è molto comune nella lingua comune ed è da considerarsi accettabile in contesti di parlato informale e anche mediamente formale. Nello scritto anche mediamente formale, invece, è preferibile usare la struttura standard.
Le faccio notare che nella frase "Meglio che non c'eri" l'indicativo imperfetto è effettivamente il tempo richiesto; non sarebbe possibile sostituirlo con ci fossi stato
​Fabio Ruggiano