Qual è la differenza tra nascere ed essere nato? Non riesco a trovare una regola che ne giustifichi l'uso. Perché è corretto dire "Il bambino nascerà domani" e non "Il bambino sarà nato domani"? Invece non ci sono dubbi sulla correttezza di "Il bambino sarà già nato quando arriverà mio padre". E che dire di "In primavera nasceranno nuove rose" e "In primavera saranno nate nuove rose"? Perché "È nato per fare il matematico" funziona, mentre "Nasce per fare il matematico" sembrerebbe avere poco senso?
Ho la sensazione che la differenza risieda nell'uso di certi tempi verbali.
Grazie.