La sua ipotesi non è corretta: esteriore e estremo sono rispettivamente il comparativo e il superlativo di estero; allo stesso modo, superiore e supremo (e anche sommo) sono il comparativo e il superlativo di un aggettivo poco usato e letterario: supero (che significa 'posto in alto'). La proporzione verbale, pertanto, è esteriore : estremo = superiore : supremo (o sommo). L'aggettivo alto, evidentemente, è escluso dalla proporzione, essendo di grado positivo (lo stesso di estero e supero).
Fabio Ruggiano