Ho trovato nel Corriere della Sera questa frase con il verbo nella principale all’indicativo e il congiuntivo imperfetto nella subordinata relativa: "Si può dire che cosa rischiano i lavoratori che dovessero portare avanti la mobilitazione nonostante questo avviso?".
- Ho interpretato dovessero come un'azione che si svolge possibilmente nel futuro (un'eventualità) e non un'azione al passato (semanticamente simile alla frase "Vorrei che tu venissi con me", in cui venissi non si riferisce al passato anche se il congiuntivo è imperfetto).  
Le mie domande:
1. Il meccanismo che funziona nelle frasi come "Guarderei volentieri un film che abbia come protagonista Al Pacino" non c’entra in questa frase dato che il verbo rischiano è all'indicativo? In altre parole, non c’è la possibilità che dovessero venga interpretato come dovevano (indicativo imperfetto)?
2. Mettiamo il verbo della principale al condizionale: "Si può dire che cosa rischierebbero i lavoratori che dovessero portare avanti la mobilitazione...". Questa forma con il condizionale nella prima parte potrebbe indicare che dovessero vale sia come un'eventualità che un imperfetto (una cosa conclusa) come ha scritto nel blog?
3a. Come mai per molti amici italiani, la frase cambiata senza il verbo servile dovere ("Si può dire che cosa rischiano i lavoratori che portassero avanti la mobilitazione") non sembra corretta al presente?
3b. Come mai per gli stessi amici italiani in questo esempio va bene il congiuntivo imperfetto senza il verbo servile? "Chiedo alle persone che conoscessero (anche conoscano) già la risposta di restare in silenzio".
Mi domando se la ragione per cui la frase 3b va bene sia perché c'è la sfumatura di un valore limitativo insieme con un desiderio (un altro esempio: "Voglio comprare una camicia che sia blu"... "Non so se esista"). Questa sfumatura non esiste nella frase 3a: che ne dite?
4. Anche se ho una ventina di libri di grammatica italiana (scritti dal prof. Serianni e altri grandi professori) non riesco a trovare una spiegazione della consecutio nelle proposizioni relative. Per le completive tipo soggettiva, oggettiva, dichiarativa, interrogativa indiretta, in cui il che è una congiunzione, viene spiegata. La consecutio funziona anche nelle proposizioni relative?