Tra le prime tre opzioni la seconda è impossibile, perché non è sensato promettere di aver già fatto un'azione; la frase diverrebbe ben formata con l'infinito presente, che si proietta nel futuro: "La promessa, da parte del direttore, di essere ricontattata è stata disattesa". In questa forma, la frase avrebbe lo stesso significato della 1.
Tra la prima e la terza c'è una differenza di significato: nella prima il direttore ha promesso che qualcuno (probabilmente il direttore stesso) avrebbe ricontattato il parlante; nella terza qualcuno ha promesso che il direttore avrebbe ricontattato il parlante.
Tra la 4 e la 5 c'è lo stesso rapporto che c'è tra la 1 e la 2 riformulata con l'infinito presente: stesso significato, ma la 5 ha la subordinata esplicita e la 4 ce l'ha implicita. In astratto la variante con la subordinata implicita è considerata più formale dell'altra, visto che il soggetto della subordinata coincide con quello della reggente; anche l'altra, però, sarebbe accettabile in contesti di media formalità anche scritta.
Fabio Ruggiano