Nella lingua comune incapace regge la preposizione di (incapace a è in astratto possibile, ma raro e da evitare). L'espressione incapace a è tipica del linguaggio giuridico, nel quale indica la condizione di chi non può ottemperare a un compito per un impedimento esterno, non perché privo dell'abilità: incapace a testimoniareincapace a pagare.
Fabio Ruggiano