Il nome sproloquio può essere usato per definire l'azione del 'parlare continuamente degli affari degli altri senza usare malignitĂ ' solo se si vuole sottintendere una sfumatura di inconcludenza, confusione, scarso dominio dell'argomento di cui si parla. Per ottenere il significato cercato suggerisco di usare, invece di sproloquiochiacchiera, oppure cianciaciarlacicalata cicaleccio (e i relativi verbi chiacchierarecianciareciarlarecicalare).
Fabio Ruggiano