La 1 è corretta: "Secondo me avrebbe atteso fintanto che non fosse stato già tardi". Funzionerebbe anche, sebbene meno, con "non fosse già tardi". La 2 ("Secondo me attenderebbe fintanto che non fosse ( o sia? ) già tardi") va abbastanza bene, ma pare funzionare meglio nella versione con "sia", in quanto "fosse" potrebbe lasciar supporre che tutta l'azione fosse al passato (come la 1). "Fintanto che non sarebbe stato già tardi" funziona (visto che tutto è proiettato nel futuro), anche se il giro sintattico è talmente involuto da risultare al limite dell'accettabilità. Anche "fintanto che non sarebbe già tardi" non può dirsi scorretta, dal momento che è sempre in gioco l'elemento della probabilità (espresso dal condizionale), ma vale l'osservazione appena fatta: per quale gusto perverso bisognerebbe comporre un enunciato così involuto e innaturale? Soltanto per mettere alla prova i limiti della consecutio temporum et modorum? La quantità di sfumature possibili in questi esempi è dovuta al fatto che si incrociano due diverse sfumature sintattiche e semantiche: quella espressa dalla temporale (fintanto che) e quella del periodo ipotetico sotteso all'espressione: "può anche attendere ma se attendesse sarebbe già tardi" e simili.

Fabio Rossi