Sì, è vero, essendo composti del verbo dire vanno coniugati come quello.
Anche se vi sono esempi letterari (ma non più ammessi nell'italiano odierno) di quelle forme, il più illustre dei quali è il celeberrimo verso del Rigoletto verdiano "Quel vecchio maledivami".
Naturalmente, essendo la forma semplificata e analogica (ferire, ferivo = maledire, maledivo) molto comune nel parlato (e nello scritto semicolto) oggi, non escludo che in un prossimo futuro esse possano essere accettate nell'italiano di tutti i registri, ma finché questo non accadrà, cioè finché i parlanti colti continueranno a considerarle scorrette, esse oggi sono parte dell'italiano popolare (o substandard), ma non dello standard.

Fabio Rossi