La difficile posizione di "né"