Ancora sul valore modale (attenuativo o epistemico) dell'imperfetto